DA TORINO CON AMORE

 

 

Elegante e severa, tutta vie e palazzi lì a disegnare perfette geometrie, portici e piazze a suscitare  suggestioni e a riportare indietro nel tempo, e ancora strutture e spazi ipermoderni che van proiettando di getto nel futuro: Torino è così che è apparsa, di recente, agli alunni delle seconde A ed H della secondaria Galilei che l’hanno scelta come meta del loro viaggio d’istruzione. 

Due giorni densissimi. Prima tappa il Salone Internazionale del Libro, tra una miriade di persone, a spulciare vecchie e nuove edizioni, a nutrirsi dei racconti di vita di Gabriella Santini e della sua nuova creatura, “Ragazza di vento” (ed. Raffaello), e ancora a gioire delle esperienze di scuole come la “Morelli”, che è riuscita a trasformare una classe multietnica di secondaria di I grado in un affiatato team capace di progettare in un quartiere “difficile” della periferia di Torino un percorso turistico di tutto rispetto.